il sistema Skating e le sue Regole

Premesse

1) Il Sistema Skating regolamenta la classificazione dei competitori - comunque definiti da ora in avanti “Concorrenti”, o “Team”, siano essi singoli Atleti, oppure Coppie, oppure Squadre - partecipanti alla FINALE delle Gare di Danza Sportiva.

 

2) Ogni membro della Giuria deve fornire una propria personale classifica di tutti i Balli di Gara. Per ciascun Ballo, il Giudice indica con il voto 1 (UNO) il Team che egli ritiene migliore tra tutti, con il voto 2 (DUE) quello che ritiene secondo, con il 3 (TRE) il  terzo e così via fino all’ultimo posto disponibile. Un Giudice non può mai assegnare la stessa posizione contemporaneamente a due o più Concorrenti diversi nel medesimo ballo. Se per errore ciò dovesse accadere, il Giudice - su richiesta del Direttore di Gara - è tenuto a correggere la propria scheda, anche “scalando” le posizioni successive se necessario.
 

3) Il Sistema Skating è qui proposto secondo il “Metodo Ridotto”, codificato da Ivo Cabiddu in base all’esperienza dei migliori verbalizzatori italiani, che fonde le regole 5 ed 8 del metodo tradizionale e sintetizza varie operazioni di scrutinio in modo da far ottenere un notevole risparmio di tempo.
 

4) Lo scrutinio dei voti dei Giudici si effettua in tre fasi:
      1) elaborazione della classifica di ogni singolo Ballo: Regole 5, 6 e 7

      2) elaborazione della classifica generale della Gara: Regola 9

      3) soluzione di eventuali casi di pari merito: Regole 10 e 11